Di Valentina “Niniel” Garlant.

Dopo essere stata a Cagliari, sono andata in Belgio (Gmail può tutto!) e alla faccia di chi mi prende in giro dicendo che non so l’inglese ho fatto una manciata di domande ai ragazzi della Silenced, etichetta belga che scova i suoi artisti spulciando su SoundCloud, e li coccola come poche etichette sanno fare (consiglio di andare sul loro bandcamp e leggere la descrizione di ogni release… Alla faccia che i nordici sono freddi ed insensibili!).
Il loro sito internet è essenziale, riporta solo i link a SoundCloud, bandcamp e i vari social network, inizialmente non capivo il perché, insomma: una descrizione di chi siete? Non volete far parlare di voi? No, loro vogliono solo sostenere e far conoscere al mondo i giovani talenti e far ascoltare la loro musica, tanto da rinominare le release “shhht”, quasi a voler dire “fai silenzio e ascolta!”.

Ecco a voi l’intervista.

Ciao!
Come e quando nasce l’etichetta Silenced?
Un cane e una tartaruga hanno fatto sesso, ed è nata Silenced!

Abbiamo iniziato nel 2004, facendo feste in club, senza prenotare alcun dj o artista di spicco. Poi, dal nulla, ci siamo ritrovati a riempire una stanza con una trentina di dj!

Il nome dell’etichetta “Silenced” va un po’ contro la natura della musica, diciamo che potrebbe essere anche un po’ provocatorio perché la musica non è silenziosa, semmai riempie i vuoti e i silenzi della vita. Come mai questa scelta?
La musica commerciale, fatta di grandi campagne marketing, attira così tanto l’attenzione che lascia poco spazio per i nuovi artisti e la musica tramite laptop ha permesso una crescita esponenziale di talenti. Viviamo in un mondo ricco da scoprire. La musica c’è, è trasmessa, ma nessuno può sentirla… Questo è silenzio!

Dal vostro profilo si legge che siete un “officially recognised non-profit organisation”. È strano che un’etichetta sia no-profit, che cosa intendete dire?
Se sei qui per i soldi, resterai velocemente deluso. Questa fantastica musica deve essere ascoltata, e per noi è un onore e un privilegio contribuire a tuto ciò.

Qual è la vostra “missione” e l’impegno che date per gli artisti?
Farli sentire.

Su bandcamp si capisce quanto tenete ai vostri artisti, ogni release è accompagnata  da una vera e propria poesia, mentre loro sono praticamente dei “poeti della musica”, ognuno mi trasmette delle emozioni meravigliose (ammetto che selezionarne solo 7 da trasmettere durante la puntata radio è stata molto dura!). Tra l’altro, dal punto di vista geografico, avete un catalogo molto vario, perché non trattate solo di artisti belgi. Quindi, come fate a scegliere i vostri artisti? So ad esempio che Magic Panda lo avete scoperto casualmente su Soundcloud…
Grazie, che dolce!
Al giorno d’oggi è tutto Soundcloud, è un modo semplice e velece per scoprire nuovi artisti.
Trovane uno che ti piace davvero, scava tra nel suo profondo, amalo, seguilo e scoprilo… C’è una tale abbondanza di musica nuova che esce ogni giorno, ogni ora, ogni minuto.
Next level, shit!

In Italia, tra le etichette e i producer, si sta diffondendo sempre di più il verbo del Creative Commons, anche perché l’unica alternativa è la SIAE, una società che protegge i diritti d’autore, ma essendo “vecchia” ha una visione particolare, con una burocrazia e delle pratiche lunghe e costose che spesso scoraggia gli artisti fin dall’inizio. In Belgio com’è la situazione a riguardo?
È molto simile, da noi si chiama SABAM e nessuno la ama!
Abbiamo intrapreso il CC per avere più proposta, ma ultimamente mi trovo ad avere sentimenti contrastanti circa l’aumento dell’archivio musicale. Distribuendo musica gratuitamente e guadagnare solo tramite le serate è la strada per i nuovi e futuri artisti. Ma dove resta in tutto ciò l’etichetta? Ma purtroppo le donazioni non riescono a coprire le spese dei mastering professionali, la promozione e tutelare le opere.
Sono curioso di vedere come si evolverà la cosa e passare oltre.

Oltre che ad essere un’etichetta organizzate anche serate, ci sarà mai l’occasione di organizzare qualcosa anche in Italia?
È possibile. Siamo sempre interessati ad un invito nel vostro bel Paese!

Ultima domanda: qualche artista,o etichetta, da tenere sott’occhio?
Seguiteci su facebook, segnaliamo regolarmente artisti fantastici da seguire!

Contatti:
www.silenced.be
facebook.com/silenced.be
soundcloud.com/silenced
twitter.com/silencedmusic

silenced.bandcamp

Annunci