Di Chiara Manchovas

Kelpe

Per la seconda volta in poco tempo mi capita di tornare al Leoncavallo di Milano alla serata LOBO “Appuntamento di Ascolti Elettronici”.

Stasera sono qui per KELPE (DRUT Records) che condivide il palco con Godblesscomputers (Fresh Yo!/Equinox Records), Capibara (White Forest Records) e il resident Daemon Tapes (MagmatiQ Records).

Arrivo giusta giusta per il live di Capibara, fondatore della White Forest Records, che apre le danze con la sua trascinante electronic/hip-hop/post-dubstep, supportato dai suoi caratteristici visual glitchy/kitsch. Impossibile stare fermi, assicurato, eccone la prova: la registrazione del live della serata, da poter ascoltare e ballare all’occorrenza!

Segue il live Di Godblesscomputers, producer bolognese di ritorno dal suo periodo berlinese, che ho potuto già apprezzare pochi giorni fa al BlahBlah di Torino. Set coinvolgente il suo, malinconico, intenso, un po’ hip hop, un po‘ dub, che ci prepara per bene all’head della serata.
-Di lui segnalo Lost In Downtown,  ep di remix dei Beastie Boys!

Ed ecco KELPE, (aka Kel McKeown) che inizia a deliziarci dei suoi beat, accompagnato dal batterista Chris Walmsley, con cui collabora da tempo.

C’è dell’hip hop, influenze post rock, funk, ritmi downtempo, è un po’ ipnotico e pieno di bassi, come piace a me.

Peccato per alcuni problemi con i computer, che un paio di volte interrompono bruscamente il “viaggio”, ma poco male perché non ci vuole molto a rientrare nel mood e farsi di nuovo rapire dagli echi multilayer e dai bassi penetranti, e per capire meglio di cosa parlo e quali le sensazioni che questa musica trasmette, vi consiglio di guardare il video di “Go visibile, girato dai filmmakers Mira Loew e David Altweger e interpretato dalla la danzatrice contemporanea Melissa Spiccia, che con il suo corpo riproduce perfettamente i beat apparentemente sconnessi… Come posseduta dal suono, viene accompagnata ed esaltata da un motion graphic  che si amalgama perfettamente alle sue movenze.

Neanche Il tempo di riprendersi un attimo che le nostre sinapsi vengono di nuovo bombardate dal resident Daemon Tapes (aka AntiteQ, fondatore della MagmatiQ Records) che ci fa ballare con un djset trasportante, fatto di techno sperimentale, davvero particolare!

Rimango fino alla fine, e ci sarei voluta arrivare ballando, ma i divanetti a quell’ora sanno essere molto invitanti, e non ho resistito alla tentazione di spalmarmici sopra, e godermi da li gli ultimi pezzi e l’ultimo drink.
Ma dura poco, c’è da prendere il treno del ritorno, che si rivela molto duro… E io che credevo potesse essere meglio del ritorno in macchina dell’altra volta! (in realtà mi è mancato cantare con sincero trasporto, insieme a Capibara e Sonambient, tre dischi di seguito dei System of a down per mantenersi svegli alla guida).

Non importa, ne è valsa la pena!

http://kelpe.bandcamp.com

Annunci